• Chiamaci: (+39) 079 233476
  • info@agapeconsulting.it

Father & Sons: educare ed educarsi alla felicità

27 settembre 2011

 

Appena diventato papà (o babbo), mi sono accorto di trovarmi di fronte a due possibili futuri:

  1. Vivere la paternità come un limite alla mia libertà: vedere in Valentina (mia figlia) un vincolo, un ostacolo, un impedimento a ciò che mi serviva prima per stare bene. Far diventare, cioè, un peso il mio cambio di condizione familiare in quanto ogni impegno per stare con lei diventa una rinuncia: lavoro meno e, quindi, guadagno meno; rinuncio ad alcune uscite; seguo meno i miei hobbies; devo cambiare orari e abitudini; mi vedo meno con gli amici che non hanno figli (altri orari, si sa)… 

    oppure
     

  2. Vedere in mia figlia un’enorme opportunità per vivere meglio: costruisco una nuova dimensione di vita in cui posso conciliare con profitto lavoro e famiglia.
    In questo caso, ogni attimo che passo con Valentina è un’occasione per imparare qualcosa su di me, su di lei e su come possono crescere e crescono le persone; su come i genitori si relazionano e comunicano fra di loro e con i loro figli; su come funziona il nostro inconscio e sulle convinzioni a cui crediamo…

Indovinate un po’ … ho scelto la seconda strada: più soddisfacente, pur se più impegnativa.
 
Da coach esperto in sviluppo personale e manageriale, ed in Programmazione neuro linguistica, mi sono tuffato in questa fantastica avventura con l’entusiamo di un bambino, appunto!
Un’avventura che immagino (e un po’ è così) come un utilissimo corso di formazione esperienziale su svariati argomenti legati alla crescita personale: la comunicazione non verbale, la gestione del tempo, il problem solving, la pianificazione, la negoziazione e persuasione e, non ultima, la leadership.

E così, tra un cambio di pannolini, qualche spinta sull’altalena al parco e le feste di compleanno con i compagnetti di scuola (nel frattempo, Valentina ha 4 anni e mezzo) mi sono messo ad osservare.
Grazie a questa osservazione, ora inizio a scoprire quali sono le strategie migliori per sviluppare il potenziale dei propri figli (addirittura, a volte, mi ricordo di applicarle!) ma anche quali sono gli errori più frequenti e le trappole da evitare nel modo di educare.
L’informazione più interessante che ho scoperto? Quasi sempre, comportamenti errati e strategie eccellenti sono gli stessi che vengono considerati e suggeriti sia nella formazione manageriale che nello sviluppo personale. Ma guarda un po’!!!

Seguendo l’esempio di alcuni colleghi (in particolare di Myriam e Davide), mi propongo di scrivere spesso per raccontarvi queste strategie di successo e questi errori educativi con brevi riflessioni su alcuni episodi e casi specifici. 

Se avete voglia di propormi anche qualche particolare tema da trattare, vi invito a lasciare un post sul nostro blog o nella nostra pagina facebook: risponderò prima possibile, compatibilmente con i miei impegni.
Se, invece, preferite contattarmi direttamente, potete telefonarmi o scrivermi all’indirizzo: info@agapeconsulting.it.

A tutti voi genitori, buon apprendimento!!!