• Chiamaci: (+39) 079 233476
  • info@agapeconsulting.it

Gestire meglio il tempo

4 maggio 2009

Il tempo: da tiranno ad alleato

Il mercante affaccendato

Gli strumenti per gestire il tempoC’era un volta un uomo che commerciava tappeti girando il mondo con la sua barca. Si fermava in un porto, commerciava le sue mercanzie con gli occhi sempre fissi sulle lancette dell’ orologio e la mente lontana, protesa a pensare alle tappe successive del viaggio.
Nei giorni in cui rimaneva fermo in un porto, l’uomo passava le ore a riassettare l’imbarcazione, oppure a studiare nuovi modi per incrementare i suoi traffici.
Finchè una mattina, i suoi occhi incrociarono quelli di un uomo su per giù della sua età che, tenendo teneramente per mano una bimbetta di pochi anni, seduto sulla banchina del porto dove il mercante aveva appena attraccato, guardava serafico i pesci guizzare nell’acqua.
Come un lampo, un senso di inquietudine e, poi, un’invidia cocente si impossessarono di lui.
Quale mestiere poteva mai svolgere quell’uomo per permettersi il lusso di stare lì, beato, a godersi quello splendido spettacolo?
Anche a lui, tante volte, sarebbe piaciuto avere il tempo per farsi cullare mollemente dalle onde mentre navigava. E gli mancavano anche i suoi bambini, i loro giochi, le coccole della moglie, che vedeva così di rado, sempre preso dal ritmo incalzante dei suoi traffici e dei suoi viaggi.
E tutto ad un tratto, si sentì il più povero fra i poveri: aveva accumulato, è vero, discrete ricchezze ma non aveva mai abbastanza tempo per godersi la vita.
Spinto da una irresistibile curiosità, decise allora di avvicinarsi a quell’uomo e di chiedergli quale era il segreto che gli permetteva di avere tutto quel tempo.
L’uomo rimase, dapprima, sorpreso della curiosa domanda e poi, dopo un attimo di riflessione, gli disse:
" Commercio quadri e pietre preziose, e i miei affari e la mia vita vanno decisamente meglio da quando ho deciso di diventare padrone del mio tempo. Prima mi capitava spesso di essere io a inseguire il tempo, ora lo governo. Questo succede da quando ho incontrato un vecchio saggio che, con poche e semplici parole, mi ha aperto gli occhi. Ora ho imparato a distinguere fra le cose che devo, che voglio e che posso fare. In questo modo assegno le priorità, identifico cosa è più importante e più urgente, scarto ciò che è inutile e delego tutto quello che è possibile delegare. Così ho il tempo per concentrarmi sulle attività prioritarie, di vivere pienamente ogni attimo e riesco a dire di no a richieste inopportune o irrilevanti. Grazie a questo nuovo modo di pianificare la mia giornata, il mio tempo è diventato più produttivo e gratificante. Ecco perché stamattina posso permettermi "il lusso" di godere del sole e del mare accanto a mia figlia!".
Il mercante capì che anche a lui era capitata una enorme fortuna: sapeva già che le sagge parole di quell’uomo avrebbero cambiato e migliorato di gran lunga anche la sua vita e il suo lavoro. La rotta era stata tracciata; il mercante si sentiva ora pronto a intraprendere il nuovo ed entusiasmante viaggio senza sprecare ancora
altro tempo!

 
Lamentarsi del tempo che non si ha è un’enorme bugia che molti di noi, oggi più che mai, raccontano a se stessi.
Se vuoi uscire dall’affollato girone dei "senza tempo" e imparare a gestire la tua giornata rispettando le tue reali esigenze e i tuoi valori, puoi partecipare al nostro corso:

T2 : come gestire al meglio il proprio tempo

oppure chiedere un colloquio preliminare gratuito di coaching.
Il nostro coach, Massimo Fancellu, potrà aiutarti a definire il tuo personale percorso per ottimizzare e rendere armonici i tempi della tua vita.