• Chiamaci: (+39) 079 233476
  • info@agapeconsulting.it

Come faccio a mantenere la calma durante una discussione?

20 marzo 2017
Mantenere la calma durante una discuzzione

Mantenere la calma durante una discussione

3 trucchi per smettere di arrabbiarsi (e starci male).

Quante volte capita di trovarsi in situazioni in cui qualcuno con le parole o il suo comportamento  ci fa incavolare?
Una critica ingiusta, una bugia per nasconderci qualcosa, un modo di fare irrispettoso o disonesto…a casa, sul lavoro, con gli amici non mancano le occasioni in cui dobbiamo far valere le nostre ragioni con qualcuno.

Il problema, però, non è tanto quello di dover affrontare l’altro quanto, piuttosto, quello di riuscire a gestire la discussione senza perdere la calma, evitando di starci male o addirittura, di rischiare di passare dalla parte del torto.
Una sfida impossibile? Non proprio!

Le alternative per non cedere alla rabbia

Se è vero, infatti, che nelle situazioni “spinose”  con gli altri si innescano con facilità emozioni innate, istinti primordiali più difficili da tenere sotto controllo, è altrettanto vero, per fortuna, che esistono anche valide strategie per imparare a ridimensionare e gestire gli stati d’animo troppo accesi o distruttivi.
Ciò che conta, innanzitutto, perciò è quello di ricordarci che una strada alternativa alla rabbia e alla voglia di aggredire verbalmente esiste e si può applicare con ottime probabilità di successo.
Qual è questa alternativa?
Ancora una volta sono alcune meravigliose strategie di comunicazione a rendere possibile questo “miracolo”!

Qui ti indico 3 “trucchi” per non perdere la calma e la lucidità in una discussione potenzialmente animata che personalmente trovo tra i più efficaci:

  • Pensa a cosa vuoi ottenere
    Mantieni il focus su ciò che vuoi raggiungere, pensa a dove vuoi arrivare, in altre parole ricordati qual è l’obiettivo finale che ti interessa realizzare. In questo modo, sarà molto più facile farsi guidare dalla ragione e dal buon senso piuttosto che dall’emozione immediata evitando di trasformare il confronto con l’altro in uno sterile e dannoso conflitto.
  • Considera che anche l’altro pensa di avere ragione
    Potrebbe sembrarti strano, ma anche l’altro, in genere, quando è coinvolto in una discussione è fermamente convinto di essere nel giusto e di avere ragioni da vendere. Infatti, di solito ciascuno di noi fa o dice qualcosa spinto da un’intenzione positiva: naturale, quindi, che anche l’altro creda che la sua posizione e il suo punto di vista siano la risposta e la soluzione più adeguata per affrontare e risolvere la situazione critica.
    Non credi che sia sempre così? Lo so che lo pensi… troppo difficile immaginare un proposito costruttivo in qualcuno di tua conoscenza? Beh, anche nei casi (rari, credimi) in cui l’altro vuole intenzionalmente provocare, lo fa perché convinto che fomentare il contrasto sia la strategia migliore. In tal caso, perché cascarci?
  • Immagina l’altro nella sua umanità
    Premetto: non voglio prendermi burla di te! Dai un volto nuovo a qualcuno che ti sta palesemente sulle scatole: ad esempio, immaginalo con delle enormi orecchie d’asino, oppure come il personaggio di un cartone animato, o ancora nei suoi momenti più intimi in bagno…insomma, usa la tua fantasia e sensibilità per vedere l’aspetto più umano, umoristico, leggero della persona. Non ci crederai, ma guardare con una prospettiva nuova e di maggior rispetto la sua umanità è un modo eccellente per ridimensionare  le difficoltà di relazione con chi ti infastidisce così tanto!

 

Senti che, nonostante la tua buona volontà, c’è qualche situazione o persona che comunque ti fa perdere le staffe?
Tranquillo: in questo caso, ho un quarto trucco per te! Lo svelo in quest’altro post dove spiego cosa fare nei casi in cui la rabbia prende il sopravvento: leggilo e scoprirai una strategia efficace per gestire le situazioni anche quando perdi la calma.