• Chiamaci: (+39) 079 233476
  • info@agapeconsulting.it

Hai perso la calma? Scopri come gestire la rabbia positivamente.

21 marzo 2017
Come gestire la rabbia positivamente

Gestire la rabbia positivamente

Cosa aiuta a rimanere calmi quando si discute

Esistono metodi di comunicazione molto efficaci per rimanere calmi e lucidi durante una discussione.
Ho già parlato dei 3 “trucchi” che io trovo più efficaci per non perdere le staffe e non cedere alla rabbia quando qualcuno ci provoca con le sue parole o il suo comportamento:

  1. Focalizzarsi su ciò che si vuole ottenere
  2. Considerare che anche l’altro crede di essere nel giusto
  3. Tenere a mente l’aspetto umano e umoristico dell’altra persona

Ribadisco: queste 3 strategie di comunicazione non esauriscono il campo delle possibilità per cercare di rimanere calmi durante discussioni ad alto rischio di conflittualità.
Ma, al di là delle buone intenzioni e azioni, non dimenticare che, in talune circostanze, potrebbe comunque capitarti di perdere la calma quando discuti.

La rabbia ha preso il sopravvento? Accetta ciò che sei e provi.

Niente paura, però! Gestire la rabbia senza esserne sopraffatti è ugualmente possibile. Basta ricordarsi e applicare questo quarto trucco, quello più importante: accetta quello che sei e che provi in quel momento.
Cioè, anziché cercare (con molto sforzo e pochi risultati) di far passare l’arrabbiatura, goditi (senza crogiolarti, però) il fatto di essere arrabbiato e indirizza l’energia scaturita dalla rabbia per concentrarti e agire nella direzione dell’obiettivo che vuoi raggiungere.

Così facendo, terrai molto meglio a bada il rischio di incappare in quello che Daniel Goleman, padre dell’intelligenza emotiva, definisce come “sequestro emozionale” : uno stato poco piacevole in cui, a causa di un’emozione molto intensa e mal gestita, il nostro istinto sembra prendere il sopravvento sulla nostra ragionevolezza, portandoci  in balia della nostra mente emotiva.

Accettare da subito l’emozione e sé stessi è davvero una regola d’oro per salvaguardare il rapporto con gli altri e il proprio benessere: in poco tempo, infatti, la tua capacità di gestire anche i momenti ad alto potenziale emotivo migliorerà sensibilmente.
Un obiettivo assolutamente alla tua portata che sarà tanto più facile raggiungere quanto, ogni giorno, userai l’attenzione facendo subito suonare un campanello d’allarme al primo segnale di insofferenza e fastidio nei rapporti con gli altri.